Storie vissute nel nostro Convento, questa è raccontata da Antonio da Paterno era un frate Cappuccino vissuto tra il XVI e il XVII secolo che riporta una testimonianza fornita nel 1588 dai noceresi Marco Aurelio Procino (dottore in fisica) e da suo fratello Virgilio (dottore in legge) in merito ad un rapimento subito dal loro padre, Antonio Procino, procuratore della fabbrica del convento

A Nocera un appuntamento importante, più che una festa, era una fiera. Si tratta di quella famosa che si teneva, ogni anno, nei pressi e nel greto del fiume Grande, nelle adiacenze del Piano di Tirena, e che verteva sul commercio di bestiame.

Utenti online

Abbiamo 109 visitatori e nessun utente online

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta