Le dita corrono sulla tastiera del pianoforte, A guidarle la memoria. Non gli occhi. Alberto Andolina è cieco, ha, 22 anni, è uno degli 800 studenti del Conservatorio Tchaikovsky di Nocera Terinese (Cz). Studia la musica attraverso testi con scrittura braille. “Rispetto alla scrittura in nero – così Alberto chiama gli spartiti musicali tradizionali – che vedono le note sparse su un pentagramma, i suoni per noi ciechi diventano le lettere braille dell’alfabeto, alcuni punti aggiuntivi posti appena prima della lettera ci dicono la tonalità da utilizzare”.

Alberto studia pianoforte e con orgoglio dice di aver superato il primo livello di teoria e solfeggio e il secondo livello di pianoforte. “Per studiare si procede in più step – conclude il 22enne – prima con una mano si legge lo spartito e con l’altra si suona. Poi si invertono le mani. Infine si memorizza la musica e si usano tutte e dieci le dita”. Il conservatorio di Nocere Terinese è uno dei pochissimi conservatori ad aver acquistato il materiale didattico in braille.

Al momento l’unico nel sud Italia che offre questa opportunità a studenti non vedenti. Un’opportunità che si è potuta concretizzare grazie alla collaborazione con l’Istituto “Luigi Configliachi” di Padova che ha fornito i testi per gli esami di Teoria e Solfeggio, Cultura Musicale Generale e altre materie complementari. Merito anche dell’intuizione di Filippo Arlia, che a soli 29 anni, è direttore del conservatorio di Nocera Terinese, grazie a una carriera come direttore d’orchestra e pianista in Italia e nel resto del mondo. “La musica è un’arte che non deve essere preclusa a nessuno – racconta Filippo Arlia -.

Questo conservatorio ha diplomato Aleandro Baldi nel 2009 e vuole trovare nuovi talenti indipendentemente dalle abilità mancanti”. La giovane età del maestro ha portato una ventata di novità nel conservatorio: “abbiamo introdotto un corso di primo livello di musicoterapia, e attivato un dipartimento di canto pop che ad oggi ha 80 studenti. Ma soprattutto – conclude Arlia – cerchiamo di accompagnare i nostri studenti ben oltre il corso, li indirizziamo e li facciamo suonare all’interno di compagnie musicali, come l’Orchestra filarmonica di Calabria. È il nostro modo di intendere l’alternanza scuola lavoro”. Tutti nessuno escluso.
http://www.altaformazionemusicale.it


0
0
0
s2sdefault

Utenti online

Abbiamo 38 visitatori e nessun utente online

I riti e le tradizioni della Settimana Santa, storie foto e video

La Settimana Santa

CONSIGLIATI

I riti e le tradizioni della Settimana Santa, storie foto e video

Le tradizioni della Settimana Santa

Padre Giovanni Fiore da Cropani in “De Calabria Illustrata”

Una bella descrizione di Nocera nel 1600

La conquista delle terre e la storia della coperativa "La proletaria"

La conquista delle terre e la "LA Proletaria"

I candidati e i risultati delle elezioni amministrative del 2016

Elezioni Amministrative 2016

I candidati e i risultati delle elezioni amministrative del 2018

Elezioni Amministrative 2018

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta