spot3.jpg

Dal 1999

Dal1999portiamo Nocera Terinese nel mondo.
In origine suInterfree.itpoi suDigilanderdi Libero.it e dal 2003 siamo
www.noceraterinese.IT

Di nuovo online

Dopo un periodo di assenza riportiamo Nocera, la sua storia e le sue tradizioni sul web. 
Gran parte del materiale pubblicato è tratto dai quattro volumi enciclopedici "Nocera Terinese Storia e Storie" di Adriano Macchione che ringraziamo per averci dato la disponibilità alla pubblicaazione.
La nuova grafica del sito si adatta al dispositivo su cui viene visualizzato, senza ulteriori adattamenti da parte dell'utente.
IL sito come sempre resta aperto al contributo di tutti. 

Vota questo articolo
(0 Voti)

I  “Decreti Gullo”, dopo due anni dalla loro pubblicazione, furono sostituiti con i “Decreto Segni”, emanati dal nuovo Ministro dell’Agricoltura, appunto Antonio Segni (che poi divenne Presidente della Repubblica”) che ne ampliò l’interpretazione e l’applicazione. Secondo la nuova versione, era prevista anche l’assegnazione delle terre “parzialmente incolte o mal coltivate”. Ne nacque una mobilitazione generale in vista delle tanto agognate, e ormai facilmente raggiungibili, occupazioni delle terre. Il nuovo decreto sarebbe andato in vigore il 17 settembre 1946 e fu quella la data che, automaticamente, fu stabilita per le occupazioni.

Già a febbraio, comunque, nella Marina di Falerna erano avvenute a singhiozzo varie occupazioni.

Di seguito, il 24 aprile, un gruppo di contadini aveva occupato dieci appezzamenti di terreno in zona vincolata nel bosco “Monache” di proprietà comunale. Gli occupanti furono tutti imputati di disossamento abusivo dal Pretore di Nocera. 

I contadini, però, evitarono il processo penale per l’estinzione del reato mediante a un decreto di amnistia del 22 giugno 1946.

(Pretura di Nocera, n. 190/sent. 146, anno 1946).

 

Vota questo articolo
(0 Voti)

A Nocera "La Proletaria" fu costituita il 26 novembre 1944 con atto del notaio di Nocera Felice Ventura fu Pasquale nel suo studio in Via Valle.
La denominazione la riportava quale cooperativa di produzione e consumo a responsabilità limitata. L’atto di costituzione ancora si conserva.
Non ne fecero parte solo contadini ma, come anche negli altri paesi, persone di tutte le categorie sociali, con la popolazione che si mostrò abbastanza unita sulla strada del miglioramento delle condizioni economiche dei fratelli più poveri.

Vota questo articolo
(0 Voti)

l 21 aprile 1944, dopo la svolta di Salerno che vide quale principale fautore Palmiro Togliatti, il generale Badoglio potè formare un nuovo governo di coalizione in cui entrarono a far parte tutti i partiti del C.L.N., compresi anche i Comunisti, ai quali fu assegnata la vicepresidenza del Consiglio, ricoperta dallo stesso Togliatti.
Quale nuovo Ministro dell’Agricoltura e Foreste fu incaricato il calabrese Fausto Gullo, comunista. Questi, in più di un’occasione, tenne dei comizi anche a Nocera.
Da ministro, conoscitore delle problematiche meridionali, emanò i famosi decreti-legge, meglio conosciuti come “Decreti Gullo”.
Tra questi, il più importante fu il quarto, il n. 279 del 19 ottobre 1944, emanato per risolvere i problemi delle terre incolte.

La nevicata del gennaio 1999 che ha imbiancato Nocera fino alla spiaggia.

Vota questo articolo
(0 Voti)

A Nocera, dal punto di vista politico, non c’era pace da anni. La lotta era incessante. Da una parte i ricchi del paese, dall’altra i braccianti e gli operai, alla cui guida c’era sempre Michele Manfredi - Gigliotti.

I primi erano alla guida del paese, i secondi all’opposizione.

Inoltre, l’assessore preposto al servizio dell’annone, era anche presidente dell’altra cooperativa del paese, l’Industriale, quella dei ricchi.

L’Amm. Comunale, forte di questa situazione, si macchiò, nei confronti della Cooperativa di Consumo Risorgimento, di qualche nefandezza inerente al servizio di approvigionamento. Non mancarono comizi con botte e risposte alquanto violenti e varie manifestazioni. La situazione era molto tesa. Finchè Manfredi - Gigliotti non denunziò alcuni fatti al Prefetto Porro.

L’Ispettore Prov.le Annonario cav. Fonte stilòallora una relazione sulla situazione, illustrandone lo stato di pericolosità sociale.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Nel 1909 il marchese De Luca, dopo le agitazioni promosse da Michele Manfredi - Gigliotti, concesse ai componenti della Lega Agricola un “Contratto di colonia parziaria” su molte delle sue terre incolte.

Per i contadini, almeno al momento, si trattò di una vera e propria vittoria. Per rendersene conto basta leggere gli accordi raggiunti.

Il giornale “La Cooperazione” di Milano ritenne questo tipo di contratto tra proprietario e lavoratore il primo del genere in Italia.

Il contratto fu stipulato "nella casa del Sign. De Luca" il 1° ottobre 1908.

Vota questo articolo
(0 Voti)

I fatti accaduti in quel 1907 ebbero per protagonista principale Michele Manfredi - Gigliotti. Nel novembre 1975 essi furono poi riportati in un romanzo titolato “Pane nero” (Edizioni Florio, Palermo) a opera dell’omonimo nipote.

Quest’ultimo, nato a Nocera il 12 giugno 1941, dopo essersi laureato a Palermo in Giurisprudenza, rimase in questa città per esercitarvi la professione di avvocato. Oggi, invece, vive a Sant’Agata di Militello, in provincia di Messina. E’ autore di molti libri (vedi, per la biografia e altre notizie, l’anno 1975).Michele Manfredi Gigliotti

L’autore, in “Pane nero”, precisa che il nucleo centrale dei fatti narrati è realmente accaduto in Nocera, anche se non manca qualche libertà interpretativa. Anche il nome del protagonista corrisponde a quello reale. I nomi degli altri personaggi, invece, sono inventati, “per cui in caso di omonimia, si tratta di pura e semplice coincidenza”.

In realtà l’autore, in qualche circostanza, non voleva, come lui stesso ci ha detto, che s’individuassero la famiglia e le persone alle quali nel romanzo si riferiva.

Precauzioni eccessive, soprattutto considerando che i fatti raccontati risalivano al 1907 e se ne scriveva nel 1975, ben 68 anni dopo.

Il romanzo, commovente e spesso anche divertente in alcune descrizioni, è stato adottato in Calabria e in Sicilia, all’epoca della pubblicazione, da molte scuole.

Vecchie cartoline

Vecchie cartoline noceresi

Vecchie Cartoline

Vecchio Villaggio

Vecchio Villaggio turistico "La Macchia"

"La Macchia"

Il centro

Il centro storico

Il centro

La Marina

La Marina

La Marina

Canale 5

Video trasmesso da Canale 5 nei primi anni 90 sulla Settimana Santa

Canale 5

Mondo Cane

Video tratto dal film Mondo Cane del regista Jacopetti (1964)

Mondo Cane

Anni 50

Video degli anni 50 sulla Settimana Santa

Anni 50

Marco Polo

Video trasmesso dal canale Marco Polo sulla Settimana Santa

Marco polo