spot1.jpg

Dal 1999

Dal1999portiamo Nocera Terinese nel mondo.
In origine suInterfree.itpoi suDigilanderdi Libero.it e dal 2003 siamo
www.noceraterinese.IT

Di nuovo online

Dopo un periodo di assenza riportiamo Nocera, la sua storia e le sue tradizioni sul web. 
Gran parte del materiale pubblicato è tratto dai quattro volumi enciclopedici "Nocera Terinese Storia e Storie" di Adriano Macchione che ringraziamo per averci dato la disponibilità alla pubblicaazione.
La nuova grafica del sito si adatta al dispositivo su cui viene visualizzato, senza ulteriori adattamenti da parte dell'utente.
IL sito come sempre resta aperto al contributo di tutti. 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Dopo la raggiunta Unità d’Italia, per la popolazione meridionale non si registrò alcun miglioramento di vita. Leggi molto fiscali, disoccupazione, emigrazioni, tasse in aumento, il costo della vita sempre maggiore, queste le amare risultanze che via via si materializzavano davanti alla classe degli oppressi.
In questa situazione, presero pian piano forma le prime lotte, in ogni dove, contro i vari latifondisti. Così anche a Nocera, dove all’inizio del 1900 quasi tutto il territorio era diviso tra sei grossi proprietari.
A memoria d’uomo, le prime forme di lotte in paese si manifestarono nel 1907, quando una nuova coscienza politica si vivificò in seno al proletariato.
In quell’anno, Michele Manfredi - Gigliotti, giovane laureato, tra l’altro di classe agiata, animato da nobili sentimenti, si mise a capo del gruppo dei contadini del paese e costituì una “Lega Agricola fra i lavoratori della terra di Nocera Terinese”, della quale divenne, all’unanimità, il Direttore. Il movimento si fornì anche di uno Statuto - Regolamento che fu stampato nel 1907 a Nicastro presso la Tipografia Bevilacqua. Era un opuscoletto di 16 pagine formato 12x10 circa, che ancora oggi si conserva. Conteneva lo "Statuto della Federazione Nazionale fra i lavoratori della terra", approvato al II Congresso Nazionale del 7, 8, 9 aprile 1906 di Bologna, dove aveva sede la Federazione. Questa aveva anche un giornale che fungeva da organo ufficiale, "La Squilla", redatto e stampato nella stessa città.
Oltre a quello nazionale, l'opuscolo conteneva anche lo Statuto - Regolamento della “Lega Agricola” di Nocera.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Il 30 aprile 1898 si concretizzò un fatto che con il passare degli anni avrebbe assunto connotazioni molto importanti per la storia di Nocera. I marchesi De Luca acquistarono dal Demanio una grande fetta di terreni in Marina nei pressi della spiaggia che andarono ad aggiungersi a quelli già possesso della famiglia in varie località del Comune e a quelli che, nelle vicinanze della spiaggia stessa, erano stati delimitati con un processo verbale appena due anni prima, il 9 dicembre 1896 (registrato poi a Pizzo il 25-3-1897), contati in 60 ettari e 60 centiare. Un acquisto, quello del 1898, che con l’aggiunta dei terreni già in proprietà, fecero dei De Luca i padroni della fetta più larga di terreni nella Marina.

Vecchie cartoline

Vecchie cartoline noceresi

Vecchie Cartoline

Vecchio Villaggio

Vecchio Villaggio turistico "La Macchia"

"La Macchia"

Il centro

Il centro storico

Il centro

La Marina

La Marina

La Marina

Canale 5

Video trasmesso da Canale 5 nei primi anni 90 sulla Settimana Santa

Canale 5

Mondo Cane

Video tratto dal film Mondo Cane del regista Jacopetti (1964)

Mondo Cane

Anni 50

Video degli anni 50 sulla Settimana Santa

Anni 50

Marco Polo

Video trasmesso dal canale Marco Polo sulla Settimana Santa

Marco polo